Indi che s’uno schermo, s’accamperanno di gittoalberi case colli verso l’inganno consueto

20 de novembro de 2021

Indi che s’uno schermo, s’accamperanno di gittoalberi case colli verso l’inganno consueto

Ti amo tanto, amore mio… non cantiil coraggio indulgente per mezzo di preminente verita…Ti inganno mezzo fedele e modo amantein una perennemente diversa realta.Ti esca verso amicizia, di un tranquillo bene prestantee ti arpione al di in quel luogo, vivo nella nostalgia.Ti lusinga, alla fine, unitamente popolare libertaper l’eternita e verso qualsivoglia istante.Ti lusinga come un essere vivente, semplicementedi un bene privato di segreto e privo di virtucon un aspirazione ingente e acconciatura.E amandoti simile, parecchio e sempreun celebrazione nel tuo gruppo all’improvvisomoriro per aver preferito ancora di quanto ho potuto.

Marcus Vinicius de Moraes

Nel mio etere al albore

Nel mio etere al crepuscolo sei come una nubee il tuo apparenza e la tua lineamenti sono appena li voglio.Sei mia, sei mia, collaboratrice familiare dalle dolci labbra,e nella tua vitalita vivono i miei sogni infiniti.

La faro della mia abitante ti fa arrossire i piedi,il mio accidentato vino e oltre a www.datingmentor.org/it/established-men-review/ amabile sulle tue labbra oh mietitrice del mio cantone serale,quanto ti sentono mia i miei sogni solitari!

Sei mia, sei mia, vado gridando nella brezzadella crepuscolo, e il brezza travolge la mia tono vedova.Cacciatrice del fondo dei miei occhi, il tuo bottinoristagna come l’acqua il tuo sbirciata notturno.

Nella agguato della mia musica dei prigioniera, affetto mio,e le mie reti di musica sono grandi appena il cielo.La mia intelligenza nasce sulla riva dei tuoi occhi di lutto.Nei tuoi occhi di cordoglio inizia il borgo del allucinazione.

Dubbio un mattinata andando sopra un’aria di vetro,arida, rivolgendomi vedro compirsi il prodigio il nulla alle mie spalle, il libero dietrodi me, con un paura di ubriacone.

Ma sara esagerazione fuori tempo massimo; ed io me n’andro zittotra gli uomini in quanto non si voltano, col mio espediente.

E forse periodo cosi.La vera unione moderazione del periodo non sono i giorni, le settimane, i mesi, gli anni.La vera unita di moderazione del eta sono gli accadimenti inattesi, quelli che cambiano tutto e ti fanno capire affinche tante altre cose, anzi , sono successe e non te ne eri abile, e avresti conveniente; e tante cose giacche davi per scontate non succederanno piu.

Gianrico Carofiglio

Ti riveli nel scomparsa

Ti riveli nel scomparsa in quale momento le fogliesi chiudono nel giallocupodegli occhi del micio e all’alba svaniscinella inquietudine disciolta al sole. Lascitra le mani un sapore agevole di speranzae negli occhi visioni immense di giorni felici.Perche c’inganni? Mezzo bambini impazziticostretti all’obbedienzaattendiamo giacche torni a consolarci,rendere il accento della nostra vocemusica che ammalia non quel gracidareinforme delle nostre bocchequando dolore e dispiacere ci spingonosull’orlo della abbattimento a invocarti.oppure siamo noi l’inganno di noi stessi?Mentre tu appari e svanisci avidi di intendersi siamoartiglio in quanto ci ferisce, rasoio acuminato perche scavanella dispiacere del nostro abitare.

Vorrei risiedere cio

affinche ho cupidigia di succedere

– dietro il telone della follia

mi occuperei dei fiori

per compiutamente il periodo;

dipingerei il cruccio,

l’amore e la sollecitudine,

riderei di totale sentimento

dell’idiozia degli gente

e tutti direbbero

poverina, e matta.

(Soprattutto, riderei di me.)

Costruirei un ripulito che,

insieme tutti i mondi.

Frida Kahlo

Torneranno gli abbracci, quelli belli, dolci, caldi, ricchi di tormento, sentimenti veri..

attraverso ora tenuti a bada. tuttavia torneranno, li portamento, li voglio!

Quanti significati sono celati conformemente un stretta?

In quanto cos’e un stretta nel caso che non esporre, approvare e infondere non so che di lui ad un’altra soggetto?

Un amplesso e comunicare la propria durata verso chi ci sta accanto, qualsiasi atto accada, nella gioia e nel patimento.

Esistono molti tipi di abbracci, ciononostante i con l’aggiunta di veri ed i piuttosto profondi sono quelli che trasmettono i nostri sentimenti.

A volte un stretta, laddove il fiato e il battito del animo diventano tutt’uno, fantasia quell’istante suggestivo nell’eterno.

Altre volte ancora un abbraccio, nel caso che zitto, fa sussultare l’anima e rivela cio affinche al momento non si sa ovvero si ha panico di intendersi.

Ciononostante il piu delle volte un stretta e cogliere un pezzettino di lei per donarlo all’altro acciocche possa prolungare il proprio viaggio tranne solitario.

Pablo Neruda

Io pensavo giacche il coraggio avesse dimenticatoil affabile voglia del soffriree mi dicevo giacche cio in quanto e statono, non accadra piu.Passo l’estasi passo il dolorepassarono i sogni belli da crederema vedete attualmente mi sorprendono i brividialla brutalita scardinante della piacevolezza.

Ricordi….

sei in questo luogo! silenziosamente in questo momento nel momento in cui i miei pensieri volano incontro l’oceano e la tua scialuppa si avvicina nella zefiro leggera salita in assenza di opportunita rivedo la mia persona e in mezzo a nuvoloni neri dubbio un ambito di sole mezzo un albero saccheggio sono stavo durante avere luogo tagliato pero un origine mi ha salvato

    leave a comment

    um × dois =